ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ambiente: l'estinzione degli insetti

Ambiente: l'estinzione degli insetti
@ Copyright :
MTI/EPA/Larry W. Smith
Dimensioni di testo Aa Aa

Il pianeta è all’inizio della sua sesta estinzione di massa e i primi scomparire per sempre potrebbero essere gli insetti. Secondo quanto riportato dalla prima revisione scientifica globale sul tema, la popolazioni si stanno riducendo ad un ritmo vertiginoso, portando con sé una minaccia enorme: l’inevitabile collasso degli ecosistemi naturali. Il problema ha dimensioni più ampie di quanto si potesse immaginare.

Più del 40% delle specie di insetti è si sta riducendo e un terzo è classificata come in pericolo. Il tasso di estinzione è otto volte più veloce di quello di mammiferi, uccelli e rettili. Ogni anno, negli ultimi 30 anni, abbiamo perso il 2,5% della loro massa totale. In realtà il termine giusto, in realtà, sarebbe “cancellato”, perché in questa sorta di estinzione silenziosa l’uomo ha tutte le responsabilità del caso. L’analisi, pubblicata sulla rivista Biological Conservation, afferma che la causa principale dietro questo declino sia l’agricoltura intensiva e, in particolare, l’uso massiccio di pesticidi. A dare manforte, ovviamente, anche i costanti processi di urbanizzazione e il cambiamento climatico.

Dr. Pasi Sihvonen Università di Helsinki: "Credo sia scioccante. Non possiamo continuare a vivere cosìLa natura ci anda dei messaggi e dobbiamo cambiare il nostro modo di vita".

Che siano cibo per altri animali, impollinatori o riciclatori di nutrienti, gli insetti sono essenziali.

Sono stati segnalati veri e propri crolli nelle popolazioni di insetti. Farfalle e falene sono tra le più colpite.