ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezuela: Italia blocca dichiarazione Ue su riconoscimento Guaidó

Venezuela: Italia blocca dichiarazione Ue su riconoscimento Guaidó
Dimensioni di testo Aa Aa

Una dichiarazione unitaria dei 28 paesi dell'Unione europea per il riconoscimento unitario di Juan Guaidò come legittimo presidente del venezuela è stata bloccata dal Governo italiano, che sul punto è ancora fortemente diviso. Nel frattempo i principali paesi Europei continuano, uno dopo l'altro, a dare il loro appoggio ufficiale a Guaidó

"Il governo spagnolo - ha detto il premier Pedro Sanchez - annuncia il riconoscimento ufficiale del Presidente dell'assemblea venezuelana Juan Guaidó come nuovo presidente in carica del Venezuela". Lo stesso ha fatto il presidente franceseMacron: "I venezuelani - scrive su Twitter - hanno il diritto di esprimersi liberamente e democraticamente. Per questo, la Francia riconosce Guaidó come Presidente incaricato di portare il paese verso nuove elezioni. Sosteniamo inoltre il gruppo di contatto creato da Bruxelles per questo periodo di transizione.

Anche il ministro degli esteri inglese Jeremy Hunt ha affidato a Twitter il suo messaggio ricordando che Maduro ha respinto l'ultimatum europeo, rifiutandosi di indire nuove elezioni negli ultimi 8 giorni.

A riconoscere Guaidó finora ci sono 19 paesi, tra i quali Svezia, Gran Bretagna, Austria, Spagna, Portogallo e Danimarca. Mentre il governo italiano continua ad essere spaccato tra il sostegno della lega al nuovo presidente e la forte contrarietà dei 5 stelle, che dicono di non voler ripetere in Venezuela quanto già fatto in Libia con la guerra a Gheddafi

"la loro posizione indica una scarsa conoscenza di quanto sta accadendo in Venezuela. In Venezuela il 90% della popolazione vuole un cambiamento, scommette sulla democrazia. C'è un piccolo gruppo di uomini che che sta continuando a uccidere. Inviterei quindi Di Stefano a inforarsi su quanto sta accadendo qui"