Corona: giudici, resta in affidamento

Corona: giudici, resta in affidamento
Pg voleva tornasse provvisorio.Su istanza carcere attesa udienza
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 29 GEN - Nessuna sospensione dell' affidamento terapeutico 'definitivo' per Fabrizio Corona. Lo ha deciso il Tribunale di Sorveglianza di Milano respingendo la richiesta della Procura generale che chiedeva che l'affidamento tornasse ad essere 'provvisorio', in attesa della decisione della Cassazione a cui ha fatto ricorso l'Avvocato generale Nunzia Gatto per chiederne la revoca e, dunque, che l'ex agente fotografico torni in carcere. I giudici hanno bocciato la richiesta di 'sospensiva', accogliendo le tesi del legale di Corona, l'avvocato Antonella Calcaterra, e confermando che Corona può rimanere in affidamento 'definitivo', come era stato deciso a fine novembre scorso. Nel frattempo, comunque, come si è saputo ieri, la Procura generale di Milano ha presentato alla Sorveglianza una nuova richiesta di revoca della misura alternativa alla detenzione, citando tra le presunte violazioni anche l'episodio del cosiddetto 'boschetto della droga' di Rogoredo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 24 aprile - Pomeridiane

Crisi climatica, Ue: torna freddo dopo i picchi di caldo a rischio i frutteti

Crisi in Medio Oriente: quale futuro per la difesa comune europea