ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giorno memoria, l'odio viaggia in rete

Giorno memoria, l'odio viaggia in rete
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - BOLZANO, 24 GEN - "L'antisemitismo, come l'odio razziale, viaggiano su internet e nei social media. Chiunque può dire le cose più orrende e stupide, è un fenomeno inarrestabile. Solo l'educazione dei giovani può porre rimedio, anche se non potrà mai debellare il fenomeno perché l'odio e i pregiudizi purtroppo fanno parte della natura umana". Lo afferma l'ex presidente della comunità ebraica a Merano Federico Steinhaus, che ha appena pubblicato il libro "Una giornata della memoria. 364 giornate dell'indifferenza" (Raetia Editore). L'antisemitismo - spiega - "purtroppo si affaccia sulla scena europea addirittura 365 giorni all'anno. E' preoccupante la frequenza e la violenza con la quale si manifesta". Secondo Steinhaus, "il nuovo antisemitismo non è quello fascista, di destra, ma di sinistra, che nega il diritto all'esistenza dello Stato di Israele, come anche quello dell'autodeterminazione".

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.