ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Turchia vuole estradare Enes Kanter: il cestista non vola a Londra

La Turchia vuole estradare Enes Kanter: il cestista non vola a Londra
Dimensioni di testo Aa Aa

Enes Kanter, cestista turco dei New York Knicks, non è potuto volare a Londra con la sua squadra per giocare contro i Washington Wizards.

Alla base della decisione, oltre alle minacce di morte ricevute dal giocatore attraverso i social media, la notizia diffusa dalle agenzie di stampa turche secondo cui il governo di Erdogan starebbe cercando di ottenere l'estradizione di Kanter, accusato di sostenere l'organizzazione di Fetullah Gulen, il predicatore che dal 1999 vive in esilio autoimposto negli Stati Uniti ed è accusato da Erdogan di essere la mente dietro al fallito colpo di stato del 2016.

Il governo turco avrebbe emesso attraverso l'Interpol un'allerta rossa, vale a dire una richiesta di arrestare ed estradare Kanter. In passato il giocatore aveva elogiato Gulen sui social media. Per le sue posizioni critiche nei confronti del governo, la Turchia aveva già ritirato il passaporto turco di Kanter.

Il commissioner della Nba, Adam Silver, si è schierato dalla parte del cestista. "Prendiamo molto seriamente le minacce ricevute da Enes - ha detto Silver - anche quando si tratta di messaggi sui social media. Io sono dalla sua parte e sostengo il diritto dei giocatori di esprimersi su questioni per loro importanti".