Minacce di morte all'oppositore turco Kanter (NBA): "Trump ci aiuti"

Minacce di morte all'oppositore turco Kanter (NBA): "Trump ci aiuti"
Diritti d'autore AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Perseguito in Turchia come dissidente, quindi colpito da mandato d'arresto internazionale e minacciato sul web, il campione di basket d'origini ottomane ha chiesto aiuto

PUBBLICITÀ

Oggetto di un mandato d'arresto internazionale e in più minacciato di morte. Per questo il campione di pallacanestro Enes Kanter, origini turche e stella dell'NBA, ha deciso di rinunciare a giocare a Londra con la sua squadra, i New York Knicks, e invitato il presidente americano Donald Trump a occuparsi della violazione dei diritti umani in Turchia. Qui Kanter è stato indagato per terrorismo, accusato di essere vicino al dissidente Fetullah Gulen.

Raggiunto da euronews Kanter ha detto: _"L'unica cosa che voglio è giocare a basket e solo perché cerco di essere la voce di tutti quei cittadini che si schierano contro il governo turco, il governo turco mi chiama dissidente". _

Il predicatore Fetullah Gulen, accusato di aver ideato il fallito golpe del 2016 in Turchia, vive negli Stati Uniti. Kanter, forte della sua popolarità spera di aver un incontro con Trump per sostenere davanti al presidente, obiettivo ambizioso, la causa dell'opposizione turca e contro la violazione dei diritti umani nel Paese.

Per il momento ha ricevuto il sostegno del presidente dell'NBA Adam Silver che ha comunicato di prendere molto sul serio i timori di Kanter.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Milwaukee-Charlotte a Parigi, la nuova frontiera dell'NBA. Presto anche in Italia?

La Turchia vuole estradare Enes Kanter: il cestista non vola a Londra

Terremoto in Turchia, 700mila ancora senza casa