Stretto di Kerch: estesi gli arresti di otto marinai ucraini

Stretto di Kerch: estesi gli arresti di otto marinai ucraini
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Otto dei 24 marinai fermati dalla Russia dopo l'incidente dello scorso novembre resteranno agli arresti fino al 24 aprile

PUBBLICITÀ

Otto dei 24 marinai ucraini catturati lo scorso 25 novembre, dopo l'incidente nello Stretto di Kerch, resteranno in stato di arresto almeno fino al prossimo 24 aprile. L'ha stabilito il tribunale del distretto moscovita di Lefortovo, che ha accettato quindi la richiesta avanzata dal Servizio federale di sicurezza. I marinai - dichiaratisi "prigionieri di guerra" - avrebbero rifiutato di testimoniare all'udienza di questo martedì. Secondo il legale di alcuni di loro, il processo non avrà inizio prima di un anno.

L'incidente dello scorso 25 novembre

Lo scontro tra Russia e Ucraina nello stretto tra il mar Nero e il mare d'Azov è culminato con la confisca di tre navi ucraine e dei loro equipaggi. Mosca afferma che i marinai sarebbero entrati senza autorizzazione in acque territoriali russe, accusa respinta fermamente da Kiev. L'incidente aveva provocato una ripresa delle tensioni tra i due Paesi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Kerch: lo Stretto della discordia tra Russia e Ucraina

Crimea: ancora carcere per i 24 marò ucraini