EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Manchester United-Mourinho, è finita: il club annucia l'addio

Manchester United-Mourinho, è finita: il club annucia l'addio
Diritti d'autore Reuters/Carl Recine/File Photo
Diritti d'autore Reuters/Carl Recine/File Photo
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si chiude dopo due anni e mezzo l'esperienza del tecnico portoghese con i Red Devils

PUBBLICITÀ

José Mourinho lascia la guida del Manchester United. Ed è intorno a quel "lascia" che si scatenano le ipotesi. I rapporti con la dirigenza erano ormai tesissimi dopo il pessimo avvio di stagione dei Red Devils. La società aveva proposto di mettere il mister sotto tutela di un direttore tecnico. Qualcosa che lo Special One non poteva assolutamente accettare. Adesso si attendono di conoscere i termini del divorzio e lla prossima destinazione di uno degli allenatori più divisivi del pianeta calcio

L'annuncio è arrivato a due giorni dalla sconfitta contro il Liverpool in Premier League. Lo United è stato protagonista di un avvio di stagione deludente, in cui ha raccolto solo 26 punti nelle prime 17 giornate, precipitando a -19 dal Liverpool capolista.

A peggiorare le cose, stando ai media inglesi, il pessimo rapporto del tecnico con il vicepresidente esecutivo Ed Woodward - colpevole secondo il tecnico portoghese di non avere assecondato le sue richieste sul mercato - e con alcuni giocatori, criticati pubblicamente per il loro "approccio mentale" alle partite.

Subentrato a Louis Van Gaal nell'estate del 2016, Mourinho con lo United ha vinto una Europa League (2016-2017) ed è arrivato secondo nella scorsa Premier League, oltre a raggiungere la finale di FA Cup, spendendo più di 400 milioni di euro sul mercato per l'acquisto di 8 giocatori.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Al Manchester United arriva Solskjaer

Mourinho: il mio gesto non era offensivo

Mourinho: one-man show per salvare la panchina. Zidane in arrivo?