ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mourinho: il mio gesto non era offensivo

Lettura in corso:

Mourinho: il mio gesto non era offensivo

Mourinho: il mio gesto non era offensivo
Dimensioni di testo Aa Aa

Continua a far discutere il gesto provocatorio del tecnico del Manchester United Josè Mourinho, che, al termine della partita di Champions League contro la Juventus vinta 2 a 1 in rimonta nei minuti finali, ha deriso i tifosi bianconeri colpevoli, a suo dire, di averlo offeso per 90 minuti.

Lo Special One si è difeso in conferenza stampa dicendo che mettersi una mano all'orecchio non è un gesto offensivo ma che voleva solo dire "adesso fatemi sentire di più" facendo riferimento agli insulti ricevuti.

Non solo l'esultanza di Mourinho ma tutto l'andamento del match è stato beffardo per la Juventus che era passata in vantaggio con un gran gol di Cristiano Ronaldo e aveva sprecato molte occasioni prima della rimonta inglese.

Nulla è compromesso. Alla squadra di Allegri basterà infatti un punto nelle prossime due partite (contro Valencia e Young Boys) per qualificarsi agli ottavi di finale.