ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brexit, prima pesante sconfitta in Parlamento per il governo May

Lettura in corso:

Brexit, prima pesante sconfitta in Parlamento per il governo May

Brexit, prima pesante sconfitta in Parlamento per il governo May
Dimensioni di testo Aa Aa

La bocciatura per il governo britannico è arrivata proprio al fischio d'inizio del dibattito che culminerà il prossimo 11 dicembre, il giorno del giudizio sull'accordo di divorzio dall'Ue. Una Theresa May già sfavorita da una risicata maggioranza.

"All'inizio di questa 5 giorni di dibattito che imprimerà un determinato corso al nostro Paese vale la pena fermarsi un attimo e riflettere su quanto raggiunto sin qui", ha detto con la solita risolutezza la premier a una platea dei Comuni pronta allo scherno.

Un duro colpo davvero per la May sotto la mozione dei laburisti che hanno chiesto, insieme ad altri 5 partiti d'opposizione, in questa seduta, che venisse applicata la procedura d'oltraggio contro il governo, per la mancata pubblicazione del testo integrale del parere legale sull'accordo per l'uscita dall'Unione europea.

La mozione è passata con 311 voti favorevoli e 293 contrari.

"Per Theresa May, . ci riferisce il nostro inviato McAviney Vincent da Londra - quanto avvenuto puo' significare soltanto una cosa: ora si trova al comando di un governo che non ha la maggioranaza, fatto che puo' portare a un voto di sfiducia contro la premier stessa, visto che il governo non puo' permettersi di perdere ulteriori voti in vista delle prossimi votazioni in dibattimento. Il governo potrebbe cadere e le elezioni potrebbero essere dunque dietro l'angolo".

Uno scenario che puo' scalfire anche l'usuale risolutezza della May condita dal suo ultimatum di qualche ora fa alla camera dei Comuni, quando ha affermato che la scelta poteva restare soltanto "fra questo accordo, un no deal o nessuna Brexit affatto".