ULTIM'ORA

Brexit: i punti chiave del documento sui futuri rapporti Ue-Regno Unito

Brexit: i punti chiave del documento sui futuri rapporti Ue-Regno Unito
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Giovedì l'Unione europea e il Regno Unito hanno raggiunto un accordo provvisorio sul rapporto "ambizioso" che sperano di costruire dopo Brexit, ma i negoziati, a due giorni dal vertice in programma domenica, sono ancora lontani dall'essere conclusi.

Il destino di Gibilterra e la questione dei futuri diritti di pesca europei nelle acque britanniche sono tra le principali questioni da risolvere per concludere negoziati complessi e senza precedenti.

Questi sono i punti principali del documento si cui è stata raggiunto un'intesa giovedì scorso da Bruxelles e Londra per le loro future relazioni dopo l'uscita ufficiale del Regno Unito dall'Unione Europea:

Frontiere e circolazione delle persone

  • Il documento non menziona il futuro status di Gibilterra;
  • Per quanto riguarda la circolazione delle persone, le due parti si impegnano a "istituire meccanismi di mobilità basati sulla non discriminazione tra gli Stati membri dell'Unione e sulla piena reciprocità", nonché a "esaminare le condizioni d'ingresso e di soggiorno a fini di ricerca, studio, formazione e scambio di giovani";
  • Nel documento si parla di un meccanismo di protezione per l'Irlanda del Nord, "che stabilisce disposizioni alternative per garantire l'assenza di una frontiera rigida sull'isola".

Economia

  • Il testo non è molto specifico in materia di pesca e afferma che le parti "faranno tutto il possibile per concludere e ratificare il loro nuovo accordo di pesca entro il 1° luglio 2020, in modo che sia in vigore in tempo per poterlo utilizzare per determinare le possibilità di pesca per il primo anno dopo il periodo di transizione";
  • Per quanto riguarda la Banca europea per gli investimenti, il documento dice che le parti "esploreranno le opzioni per un rapporto futuro".

Zona di libero scambio

  • Ue e Regno Unito intendono "costituire il territorio doganale unico previsto dall'accordo di ritiro" e si impegnano a negoziare "una zona di libero scambio che combini una profonda cooperazione normativa e doganale, sostenuta da disposizioni che garantiscano condizioni eque di concorrenza aperta e leale".

Sicurezza

  • Il documento prevede un "partenariato di sicurezza ampio, completo ed equilibrato".
  • Per quanto riguarda la politica di protezione dei dati, il testo prevede un accordo entro il 2020: "Le norme dell'Unione in materia di protezione dei dati stabiliscono un quadro che consente alla Commissione europea di riconoscere che le norme in materia di un paese terzo forniscano un livello di protezione adeguato, facilitando così i trasferimenti di dati personali verso tale paese terzo".

Consulta il documento originale

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.