ULTIM'ORA

Si risveglia il Volcán de Fuego: allarme rosso in Guatemala

Si risveglia il Volcán de Fuego: allarme rosso in Guatemala
Diritti d'autore
REUTERS/Jose Cabezas
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

La nuova fase eruttiva del Volcán de Fuego, cominciata ieri in Guatemala, "è in aumento", accompagnata da una continua attività sismica. Lo ha reso noto oggi l'Istituto di Sismologia, vulcanologia, Meteorologia e Idrologia (Insivumeh).

In un comunicato si aggiunge che i parametri di attività mantenuti dal vulcano registrano una colonna di fumo e cenere che ha raggiunto i 5.000 metri sul livello del mare, un flusso di lava di 2,5 chilometri in discesa in una zona conosciuta come 'Barranca Ceniza', esplosioni passate da moderate a forti che hanno prodotto valanghe attorno al cratere.

Il Coordinamento nazionale per la riduzione dei disastri (Conred) ha decretato l'allarme rosso e ha cominciato a predisporre l'evacuazione di 2.000 persone di alcuni villaggi più esposti ai rischi vicino al vulcano (Sangre de Cristo, San Pedro Yepocapa, Chimaltenango), in particolare sul fianco sud-orientale.

Intanto sul suo account Twitter il geologo e e vulcanologo Ruediger Escobar Wolf, ha ricordato che dal 1999 il Volcán de Fuego ha avuto 76 fenomeni eruttivi, il più importante dei quali lo scorso 3 giugno. Quel giorno l'eruzione provocò una valanga di materiale incandescente che distrusse il villaggio di San Miguel Los Lotes, con un bilancio di 194 morti e 234 scomparsi.

Va detto infine che insieme al Volcán de Fuego, sono attivi in Guatemala il Pacaya, 20 chilometri a sud della capitale e il Santiaguito, 117 chilometri ad ovest che di recente ha aumentato la sua attività, senza però entrare in fase eruttiva.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.