ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mid-term Usa, torna la polarizzazione

Lettura in corso:

Mid-term Usa, torna la polarizzazione

Mid-term Usa, torna la polarizzazione
Dimensioni di testo Aa Aa

L'America al voto per queste elezioni di metà mandato è anche chiamata a dichiarare se sia o meno d'accordo con il suo presidente. Mai un inquilino della Casa Bianca è risultato così divisivo come the Donald. Tutti i 50 stati vanno alle urne e la percentuale di votanti dovrebbe essere più che dignitosa.

Da una parte Trump risveglia una forte antipatia soprattutto fra i giovani e nellle minoranze. probabilmente potus non ha moltissimi elettori nemmeno fra i colletti bianchi e fra le donne per alcune sue prese di posizione.

Così un uomo: "Credo che sarei andato a votare anche se non fosse stato presidente. Ma credo che a causa del clima politico, molta iù gente sia stata spinta a vootare".

Una donna: "Se la gente non va a votare resta prigioniera della propria sedentarietà. la gente deve vottare per provocare i cambiamenti altrimenti vivranno col terrore per i prossimi due anni".

Dall'altro lato della barricata, Trump può fare affidamento sull'America profonda, bianca, quei redneck che sono stati devastatii da crisi passate e si sono sentiti abbandonati. Sono tornati a coagularsi attorno a Trump a volte riuniti da paure razziali e risentimento.

Così il nostro inviato: "Il cuore del messaggio presidenziale è stato quello di dire agli americani che le cose pootrebbero peggiorare se il partito repubblicano perdesse la camera o il senato, invece di parlare di temi di cui gli stessi repubbicani vorrebbero discutere come ad esempio il taglio delle tasse e il rafforzamento dell'economia".

Anziché i temi politici quindi, Trump ha preferito andare sul sicuro e puntare sulla demonizzazione dell'avversario. Due anni fa ebbe ragione. Stavolta è un incognita.