ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pittsburgh, Trump: "Estirpare il veleno dell'antisemitismo"

Lettura in corso:

Pittsburgh, Trump: "Estirpare il veleno dell'antisemitismo"

Pittsburgh, Trump: "Estirpare il veleno dell'antisemitismo"
@ Copyright :
REUTERS/ Nir Elias
Dimensioni di testo Aa Aa

Una condanna internazionale totale

Basta violenza, basta terrorismo, basta armi, basta antisemitismo, basta odio.
Arriva una condanna internazionale unanime dell'attacco alla sinagoga di Pittsburgh. che ha provocato undici morti e numerosi feriti.

Lo shock di Trump

Parlando a una manifestazione politica in Indiana, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato tra i primi a esprimere lo shock di tutto il mondo:

"Questo atto malvagio di omicidio di massa è puro male, difficile da credere e francamente qualcosa di assolutamente inimmaginabile. La nostra nazione e il mondo intero sono scioccati e sbalorditi dal dolore", ha dichiarato Trump.

Sul suo profilo Twitter, il Presidente ha scritto anche: "Bisogna estirpare il veleno dell'antisemitismo".

Il dolore di Donald Trump per i fatti di Pittsburgh.

La vicinanza di Netanyahu

Molti altri leader mondiali hanno inviato le loro condoglianze alle famiglie delle vittime dell'assalto di Pittsburgh. Tra questi il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

"L'intero popolo di Israele è addolorato per le famiglie delle vittime, stiamo vicini alla comunità ebraica di Pittsburgh, siamo vicini al popolo americano di fronte a questa orrenda brutalità antisemita", ha dichiarato Netanyahu.

Il messaggio ad Israele e agli Stati Uniti di Benjamin Netanyahu.

La bandiera a stelle e strisce

Sul palazzo della municipalità di Tel Aviv è stata proiettata una bandiera americana insieme a quella israeliana per mostrare solidarietà agli ebrei di tutto il mondo.

REUTERS/ Nir Elias
Il palazzo del Comune di Tel Aviv con la bandiera americana.REUTERS/ Nir Elias

E anche i cittadini hanno parlato del loro dolore e del loro orrore.

"Ci sentiamo molto indifesi e impotenti", racconta Barouch Mankovetsky, residente di Tel Aviv, "i nostri pensieri sono con la comunità ebraica negli Stati Uniti. E' terribile che qualcuno abbia seminato il terrore nella casa di Dio, in una sinagoga".

Barouch Mankovetsky, davanti al palazzo del Comune di Tel Aviv.

Il sostegno di Macron

E durante il summit in Turchia sul piano di pace per la Siria, il presidente francese Emmanuel Macron ha aggiunto anche la sua voce alla reazione di sdegno internazionale:

"Permettetemi di iniziare con una parola di solidarietà per il popolo americano e per coloro che hanno perso la vita durante una sparatoria a Pittsburgh, di fronte a una sinagoga. Vorrei esprimere chiaramente la nostra tristezza e il nostro sostegno al popolo americano", ha commentato Macron.

Il Presidente francese Macron durante il summit in Turchia.

La solidarietà del mondo dello spettacolo

Tra i tanti messaggi di solidarietà da parte di politici e religiosi di alto livello negli Stati Uniti, anche molti personaggi dello spettacolo hanno espresso sconcerto per il "crimine d'odio" di Pittsburgh, inviando solidarietà e condoglianze alle famiglie delle vittime.
Tra di loro, anche l'attore Tom Hanks.