ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania, primi exit polls per le elezioni in Baviera

Lettura in corso:

Germania, primi exit polls per le elezioni in Baviera

Germania, primi exit polls per le elezioni in Baviera
Dimensioni di testo Aa Aa

Alla fine, la tanto temuta battuta d'arresto pare proprio arrivata per i conservatori di Baviera, la CSU del ministro dell'interno tedesco Horst Seehofer. Secondo i primi exit poll (diffusi alle 18 da Ard), alle elezioni regionali bavaresiil partito gemello e storico alleato della CDU di Angela Merkel avrebbe perso la maggioranza assoluta, passando dal 48 per cento del 2013 al 35.

Crollano anche i Socialdemocratici, che dimezzano i voti passando dal 20 al 10 per cento; I liberali raggiungono il 5%, mentre la Linke è fuori con il 3.5.

Ma la vera sorpresa finora la fanno registrare i Verdi, che dall'8 per cento del 2013 schizzano al 19. E' la loro leader Katharina Schulze la vera vincitrice delle elezioni di oggi: trentatré anni, giovane, sorridente, dalla retorica travolgente, la capogruppo dei Verdi al Parlamento regionale è una dei due candidati di punta del partito, insieme a Ludwig Hartmann. Schulze ha studiato psicologia e politica e ha imparato i trucchi di una campagna elettorale negli Usa nel 2008, seguendo le prime presidenziali di Barack Obama. Il suo ambito è la politica interna e il suo cavallo di battaglia - insolito per un partito come quello dei Verdi - è pi poliziotti nelle strade, per garantire uno stato di diritto più forte e, al tempo stesso, "meno polizia ai confini bavaresi visto che viviamo in un'Europa unita", come ha detto di recente in un'intervista televisiva.

Nel parlamento regionale sembra entreranno anche i populisti d'estrema destra di Alternative fuer Deutschland, che con questa prima candidatura bavarese si conquistano l'11 per cento.

Un buon risultato (11,5%) anche per i liberal conservatori ed euroscettici di Freie Waehler, una lista civica che potrebbe rappresentare l'ago della bilancia per un eventuale governo a guida Csu, in questa elezione che - pure con un'affluenza andata oltre il 70 per cento - sembra sancire il crollo dei partiti tradizionali.