Brasile, un Gay Pride contro l'omofobo Bolsonaro

Brasile, un Gay Pride contro l'omofobo Bolsonaro
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A Rio de Janeiro a migliaia in piazza, a una settimana dalle presdenziali in cui è favorito il candidato dell'estrema destra

PUBBLICITÀ

In un clima di festa e di allegria si è celebrata a Rio de Janeiro la 23. marcia dell'orgoglio Lgbt. Un appuntamento al quale hanno partecipato migliaia di persone di ogni età, e che quest'anno assume un peso politico a una settimana dalle elezioni presidenziali in cui è favorito l'omofobo Bolsonaro, il canddato dell'estrema destra che sabato ha lasciato l'ospedale dopo la coltellata ricevuta il 6 settembre scorso dopo un comizio elettorale.

"Penso che valga la pena di essere oggi in piazza perché il mondo rischia di tornare indietro, rafforzando il pregiudizio, l'odio e le discriminazioni. Noi vogliamo dare un messaggio diverso, di amore, di accettazione, di tolleranza. La marcia rappresenta bene ciò per cui ci battiamo", spiega una ragazza che partecipa alla manfestazione.

Secondo una ricerca, in Brasile nel 2018 il numero di persone gay, bisessuali o transgender che si sono candidate è aumentato del 386 per cento rispetto alle passate elezioni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gay Pride, in 700mila a Roma: "nostro arcobaleno contro oscurantismo"

Brasile, Bolsonaro in testa ai sondaggi