ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vaticano: storico accordo con la Cina per la nomina dei vescovi

Lettura in corso:

Vaticano: storico accordo con la Cina per la nomina dei vescovi

Vaticano: storico accordo con la Cina per la nomina dei vescovi
Dimensioni di testo Aa Aa

Un accordo storico, figlio di un trentennale lavorìo di distensione. Il Vaticano ha annunciato di aver raggiunto un'intesa con la Cina per la nomina dei vescovi nel Paese comunista che finora ha nominato i propri funzionari separatamente, in una chiesa cattolica riconosciuta solo da Pechino. Presto questa divisione potrebbe essere superata.

Il segretario di Stato Vaticano, Cardinal Pietro Parolin ha detto che "Papa Francesco, come i suoi immediati predecessori, guarda con particolare attenzione al popolo cinese".

L'accordo "preliminare" riguarda solo la religione e non i di rapporti diplomatici tra Pechino e la Santa Sede interrotti nel 1951, due anni dopo l'ascesa al potere dei comunisti ma è evidente che il passo verso il disgelo è importante. Il ministero degli esteri cinese ha inoltre specificato che la Cina e il Vaticano "continueranno a mantenere la comunicazione e a migliorare le relazioni bilaterali".

Poche ore dopo l'annuncio dell'accordo il Vaticano ha fatto sapere che il papa ha deciso di riammettere i rimanenti Vescovi 'ufficiali', otto, ordinati in Cina senza mandato pontificio.

Il Vaticano ha rilanciato da più di tre anni questi negoziati, iniziati negli anni 80 per unificare la Chiesa.

I cattolici cinesi sono circa 12 milioni, una piccolissima minoranza in un Paese di circa 1,4 miliardi di abitanti.