ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dieselgate, al via il processo contro Volkswagen

Lettura in corso:

Dieselgate, al via il processo contro Volkswagen

Dieselgate, al via il processo contro Volkswagen
Dimensioni di testo Aa Aa

Volkswagen affronta oggi in tribunale i suoi investitori, che hanno chiesto 9,2 miliardi di euro di danni, accusando il produttore di automobili di non aver informato per tempo gli azionisti dello scandalo legato ai suoi motori diesel. Uno scandalo che, scoppiato a settembre 2015, è costato finora all’azienda già 27,4 miliardi di euro in multe.

"VW ha dichiarato al mercato di aver sviluppato una tecnologia chiave disegnata per motori diesel attestandosi leader nel mondo del settore. Nel giugno del 2008, però , il gruppo era venuto a conoscenza del fatto che l'impresa non poteva portarla a termine. Ed è ciò che doveva annunciare al mercato. Invece, VW ha ottenuto un certificato per i motori dagli USA attraverso una frode e anche questo si è taciuto generando miliardi di rischi in termini economici". Lo afferma il legale degli investitori, Andreas Tip.

Secondo questa posizione, dunque, se gli investitori istituzionali avessero saputo delle attività passibili di frode del produttore di automobili, avrebbero potuto vendere le azioni o non acquistarle, evitando così perdite sui loro portafogli.

Gli azionisti, che hanno raccolto 1.670 adesioni, hanno chiesto di essere compensati per un calo nel prezzo dell’azione-Volkswagen, causato proprio dallo scandalo.

Da parte sua, la casa automobilistica si è dichiarata fiduciosa di poter chiarire che ha rispettato i suoi obblighi di trasparenza verso il mercato e gli azionisti, ricordando che è unicamente questo l'oggetto del processo.

Il giudice che presiede il processo ha d'altro canto avvertito - fattore che potrebbe essere favorevole alla compagnia - che la rivendicazione potrebbe essere prescritta per il periodo di tempo che va fino a metà del 2012.