ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Australia: ecco Morrison, il Premier anti migranti

Lettura in corso:

Australia: ecco Morrison, il Premier anti migranti

Australia: ecco Morrison, il Premier anti migranti
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Australia per la sesta volta in oltre dieci anni cambia di nuovo premier. Scott Morrison, uno degli architetti della severa politica sull'immigrazione del Paese ed ex ministro del Tesoro, prende il posto di Malcolm Turnbull, sfiduciato dal gruppo parlamentare del suo Partito Liberale, che è nella coalizione di Governo.

Con 45 voti a 40, Morrison ha prevalso sul Ministro dell'Interno Peter Dutton, che aveva fatto scoppiare la crisi politica.

Scelto per formare un nuovo governo in Australia, il 50enne cristiano evangelico è un conservatore, famoso per l'implementazione di una politica di tolleranza zero verso i migranti.

Nel settembre 2013, infatti, quando era Ministro per l'Immigrazione, mise in atto un'energica e controversa azione con la quale l'Australia bloccò i suoi confini ai nuovi arrivi via mare, respingendo navi cariche di profughi.

Coloro che riuscirono ad intrufolarsi, furono esiliati in sperduti centri detentivi nel Pacifico: anche nel caso in cui la loro domanda di asilo era fondata, non sono stati comunque accettati sul suolo australiano.

In conferenza stampa, l'ex Premier Turnbull ha espresso amarezza per le lotte di potere interne al suo partito e ha ricordato le realizzazioni del suo Governo. Ha poi annunciato che lascerà la politica, probabilmente ancor prima delle elezioni previste a maggio 2019, dimettendosi da Parlamentare.

Una decisione che potrebbe mandare in crisi la maggioranza su cui si appoggerà il nuovo Governo, con il rischio di un voto anticipato.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso e aprire la corsa alla nuova leadership, era stata l'intenzione di Turnbull di legiferare nel rispetto degli accordi di Parigi sul cambiamento climatico.