ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I leader indigeni del Sud America insieme per l'Amazzonia

Lettura in corso:

I leader indigeni del Sud America insieme per l'Amazzonia

I leader indigeni del Sud America insieme per l'Amazzonia
Dimensioni di testo Aa Aa

Riunirsi a Bogotà per discutere della creazione di un territorio protetto nell'area del bacino amazzonico. E' l'idea di diversi capi indigeni del Sud America con l'obiettivo di proteggere un'area di circa 150 milioni di ettari che possano includare i territori del Perù nella parte occidentale fino alla parte orientale dell'Atlantico. I capi indigeni delle confederazioni di Brasile, Colombia e Venezuela si erano già incontrati nel 2015 per mettere a punto il progetto.

"I popoli indigeni da sempre hanno a che fare con questo tipo di grandi progetti - afferma una dei leader brasiliani - da parte di imprese agricole che si appropriano delle risorse dei territori e spesso pagano con le loro vite il fatto di opporvisi. Sono persone che combattono da sempre e che sono in prima linea nella difesa dei territori, vengono criminalizzati, a volte uccisi anche. Ecco perché è lo stesso movimento indigeno a sostenersi da sé, siamo noi che rischiamo le nostre vite a protezione di grandi territori. La grande sfida dunque è quella di restare vivi per continuare a proteggere quei territori."

"Voglio sottolineare - riferisce un altro leader proveniente dall'Ecuador - che noi indigeni non siamo contro lo sviluppo naturale dell'umanità, a patto che se ne rispetti la dignità, piuttosto ci opponiamo contro il saccheggio irresponsabile delle risorse naturali".

Più avanti i leader di questo progetto faranno appello agli altri leader mondiali affinché appoggino l'iniziativa.