Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svizzera: ancora ignote le cause del disastro aereo

Svizzera: ancora ignote le cause del disastro aereo
Dimensioni di testo Aa Aa

Cause ignote

FLIMS (SVIZZERA) - Si cerca ancora di fare luce sulle cause dell'incidente aereo avvenuto sabato sulle Alpi svizzere e che ha causato la morte di 20 persone, 17 passeggeri e 3 membri dell'equipaggio.

"Durante l'ultima manutenzione non è stato trovato alcun difetto"

Kurt Waldmeier Co-fondatore JU-Air

Secondo i media svizzeri, tutti i passeggeri erano membri di una comitiva di turisti svizzero-tedeschi, per lo più persone sulla sessantina e non c'erano famiglie con bambini.

I siti di radio e giornali svizzeri ricostruiscono anche gli spostamenti fatti dal gruppo negli ultimi giorni, prima dello schianto. In particolare, venerdì scorso dopo l'arrivo a Magadino, piccola frazione del Canton Ticino, i turisti hanno fatto un'escursione in una grotta a Meride (sempre nel Canton Ticino), per poi spostarsi a Lugano dove hanno dormito.
Sabato hanno visitato il mercato di Porlezza (località turistica della provincia di Como) e hanno pranzato. Poi sono rientrati a Magadino per riprendere il volo, diretti a Dübendorf.
All'areodromo di Magadino l'aereo non ha subito manutenzione né ha fatto rifornimento.

L'aereo - in volo da Locarno a Dubendorf, vicino a Zurigo - si è schiantato contro una parete rocciosa, il monte Piz Segnas, a 2540 metri di altezza, nei pressi della località di Flims.

Un aereo di quasi 80 anni fa

L'aereo era un Junker-JU 52 costruito nel 1939, ma perfettamente funzionante e in ottimo stato, secondo la compagnia austriaca JU-Air, specializzata in voli con aerei d'epoca.

Secondo il capo degli investigatori, Daniel Knecht: "Ciò che può essere escluso è che ci sia stata una collisione con un altro aereo, un ostacolo o un cavo prima dello schianto".

Daniel Knecht, responsabile della sicurezza.

Il proprietario della JU-Air, Kurt Waldmeier, non si dà pace: "Il controllo della durata di 35 ore era stato effettuato alla fine di luglio, quindi sostanzialmente cinque ore dopo la manutenzione l'aereo era in volo a Locarno e durante l'ultima manutenzione non è stato trovato alcun difetto".

Kurt Waldmeier, CEO e co.fondatore di JU-Air.

Una settimana terribile

È stata una delle settimane peggiori della storia dell'aviazione svizzera.

Sabato lo schianto di un aereo da turismo in una foresta della Svizzera centrale ha causato la morte di un'intera famiglia, di 4 persone.

Una settimana fa un incidente ad un aereo leggero nel Canton Vallese ha causato la morte di altre quattro persone.