La storia dell'uomo bloccato in aeroporto

La storia dell'uomo bloccato in aeroporto
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Hassan al Kontar è da mesi nella zona transiti di Kuala Lumpur

PUBBLICITÀ

Il terminal è un film con Tom Hanks di qualche anno fa. Un uomo, proveniente da un paese in cui scoppia una rivoluzione, resta bloccato in un aeroporto per mesi. È esattamente quello che è accaduto a Kuala Lumpur in Malaysia dove Hassan al Kontar è bloccato nella zona transiti da marzo.

Aveva lasciato la Siria nel 2006 per andare negli Emirati Arabi. Nel 2012 l'ambasciata siriana rifiuta di rinnovargli il passaporto. Minacciato d'espulsione, al Kontar lascia il paese per la Malaysia. Poi cerca di recarsi in Ecuador, paese che accetta spesso pstranieri in condizioni difficili, ma in Cambogia viene fermato e rispedito in Malaysia chhe gli rifiuta l'ingresso nel territorio. Da allora al Kontar vive nella zona transiti dell'aeroporto. Una situazione kafkiana di cui alcuni hanno persin cercato di approfittare, chiedendo denaro con profili farlocchi. Mentre il quotidiano di Hassan al Kontar continua a venire scandito dagli annunci degli altoparlanti dell'aeroporto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Irlanda, migranti: richiedi asilo e finisci in tenda, "condizioni disumane" secondo l'opposizione

Dublino, 200 richiedenti asilo accampati per strada: casi di scabbia e malattie respiratorie

MH370, chieste nuove ricerche dell'aereo: un mistero che dura da dieci anni