EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

In Brasile è scontro tra giudici sulla liberazione di Lula

In Brasile è scontro tra giudici sulla liberazione di Lula
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un giudice aveva chiesto la liberazione dell'ex presidente, in carcere da aprile dopo la condanna in appello per corruzione e riciclaggio. Poche ore dopo un altro magistrato ha bloccato la sua scarcerazione.

PUBBLICITÀ

E' scontro nella magistratura brasiliana sulla scarcerazione Inacio Lula da Silva. L'ex presidente è in carcere dal 7 aprile dopo la condanna in appello a 12 anni per corruzione e riciclaggio. Il giudice della Corte d'Appello di Porto Alegre Rogerio Favreto, conosciuto per la sua militanza nel Partito dei lavoratori fondato dallo stesso Lula, aveva ordinato la sua liberazione, ma poche ore dopo un altro giudice, Sergio Moro, pm simbolo delle inchieste anticorruzione brasiliane, ha respinto l'ordinanza che è poi stata bloccata da un magistrato federale.

Il ricorso dei legale di Lula si basava sul principio della presunzione di innocenza. Sullo sfondo delle diatribe giuridiche ci sono peró le elezioni presidenziali del 7 ottobre. Non e' chiaro se Lula potra' parteciparvi anche se al momento resta il favorito nei sondaggi con il 30% di consensi.

La disputa non si risolverà in breve tempo. Il giudice Favreto è infatti tornato all'attacco sostenendo che, se Lula non sarà scarcerato entro le prossime ore, le autorità locali potrebbero essere accusate di oltraggio alla giustizia perchè la sua decisione non sarebbe in alcun modo subordinata all'autorità del tribunale che l'ha respinta.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Brasile non è più una tigre economica

Brasile: presidenziali, Lula si candida dal carcere

Aborto, le donne brasiliane scendono in strada contro proposta di legge "criminalizzante"