EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Intesa Eurosummit: Conte vs Macron

Intesa Eurosummit: Conte vs Macron
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Con il passare delle ore aumenta il malcontento per l'accordo sui migranti. Resta il nodo sugli hotsopt europei, il primo ministro italiano smentisce il presidente francese sulla responsbailità dei paesi di arrivo

PUBBLICITÀ

Un'Europa a 28 che ha rischiato di collassare sull'accordo che riguarda i migranti in particolare il capitolo sui flussi migratori. Dopo una notte di negoziati, alle 5 del mattino di oggi il primo ministro Giuseppe Conte si è detto soddisfatto affermando che l'Italia non è più sola, grazie ad un'Europa solidale anche se, ha precisato, si poteva fare di più.

Un accordo che con il passare delle ore ha prodotto diversi malumori e forse malintesi.Uno su tutti il nodo che riguarda i nuovi hotspot europei. Per il premier italiano questi non sono su base volontaria e la Francia è tra i paesi candidati a ospitarne. Macron smentisce:

I__l principio del paese di primo arrivo non viene eliminato, nonostante questo risponderemo con la solidarietà che serve per riaffermare la nostra responsablità, attraverso i centri controllati in Europa. Lo scopo di quest'ultimi è aiutare i paesi di primo arrivo con dei fondi e un'organizzazione europee dedicate all'accoglienza dei migranti.

Conte in conferenza stampa risponde che Macron era stanco, nell'accordo raggiunto ha detto, "non si fa riferimento a un Paese di primo transito o di secondo transito". Non siamo obbligati ad aprirli ha commentato, anche se resta immutato il regolamento di Dublino con l'obbligo per l'Italia di continuare ad identificare i migranti.

La redistribuzione avverrà solo tra chi si offrirà volontario attraverso i centri controllo. Sui movimenti secondari ancora nessun accordo con la Merkel, è la stessa cancelliera a dirlo. L'Italia intanto incassa l'impegno a versare 500 milioni nel Trust Fund Africa e tra le promesse disattese anche il via libera alle sanzioni contro la Russia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Migranti, nuova missione per la nave da soccorso Aquarius