EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Spagna: "Chiamatelo consiglio delle ministre e dei ministri"

Spagna: "Chiamatelo consiglio delle ministre e dei ministri"
Diritti d'autore 
Di Gioia Salvatori
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Prima riunione del governo del socialista Pedro Sanchez. Nomina dei sottosegretari e questione catalana al centro della riunione.

PUBBLICITÀ

Si è tenuta questo venerdì mattina la prima riunione del nuovo governo spagnolo, quello guidato dal socialista Pedro Sanchez. Al centro del vertice l'amministrazione della Catalogna e la nomina dei sottosegretari, venticinque. 

Ma a rubare la scena è ancora la forza di una foto di gruppo dove prevale il rosa: 11 ministre, sei ministri e Sanchez, con le donne in ruoli chiave: ministeri del lavoro, giustizia, economia. 

Isabel Celaá, portavoce del governo: "Lo chiamiamo consiglio delle ministre e dei ministri perché ci sembra davvero molto significativo che in questo gabinetto ci siano più donne che uomini, è un messaggio alla società per dire che accettiamo le sfide. Sappiamo che oggi le donne nel governo spagnolo hanno ministeri di peso, di grande peso, e questo è importante, che la società si veda riflessa nel suo governo".

Un cambio di rotta totale anche sulla questione catalana. durante il primo consiglio dei ministri, infatti, Sanchez ha voluto fare un passo verso la normalizzazione concedendo al governo regionale di gestire le sue spese senza l'ok della banca centrale, cosa che non succedeva più dalla semi-sospensione dell'autonomia avvenuta dopo il referendum indipendentista.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La svolta di Spagna: in azione il governo Sánchez

Spagna, giura il nuovo governo guidato dal socialista Sanchez

ARCO Madrid 2024: Cresce la Rappresentanza Femminile nell'Arte Contemporanea Internazionale