EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Brasile, lo sciopero che paralizza il Paese

Brasile, lo sciopero che paralizza il Paese
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lo sciopero dei camionisti in Brasile è arrivato al sesto giorno ed è diventato un'emergenza nazionale. Il presidente Temer ha autorizzato le forze armate e i servizi di sicurezza per sbloccare le strade e fare in modo che la gente abbia accesso ai beni di prima necessità.

PUBBLICITÀ

Lo sciopero dei camionisti in Brasile è arrivato al sesto giorno ed è diventato un'emergenza nazionale. Il presidente Temer ha autorizzato le forze armate e i servizi di sicurezza per sbloccare le strade e fare in modo che la gente abbia accesso ai beni di prima necessità. 

Il governo aveva annunciato un accordo con 9 delle 11 organizzazioni di camionisti, ma la situazione non è cambiata: secondo stime dei media locali, circa un milione di camion mantenevano oltre 900 blocchi stradali in 22 dei 27 stati del Brasile, moltiplicando le situazioni di emergenza. 

Aeroporti bloccati e voli cancellati, il porto di Santos, principale terminale navale dell'America Latina, isolato dal resto del paese. Problemi negli ospedali e prezzi gonfiati ovunque. Si registra anche un morto durante le proteste di piazza.

**CELSO DOS SANTOS, GROSSISTA
**_"I prodotti che vendiamo sono arrivati la settimana scorsa. Questa settimana non è arrivato nulla e quello che abbiamo, patate, uova e tutto il resto dei beni di prima necessità ha raddoppiato i prezzi"_

Il governo ha annunciato la ripresa del traffico in punti nevralgici del paese: la raffineria della Petrobras a Rio, per esempio, ha ripreso a distribuire carburante.

Condividi questo articoloCommenti