EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Israele, migliaia di arabi manifestanto per la Nakba, la "marcia del ritorno"

Israele, migliaia di arabi manifestanto per la Nakba, la "marcia del ritorno"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'evento commemora, dal punto di vista dei profughi arabi, il 70esimo anniversario dello Stato di Israele. Il termine "nakba", in lingua araba, indica la "catastrofe"

PUBBLICITÀ

Migliaia di arabi israeliani hanno manifestato nella città di Haifa, nel nord di Israele, per ricordare il 70esimo anniversario della "catastrofe" - "Nabka" in lingua araba - la nascita dello Stato di Israele nel 1948. Dal 1998 le comunità palestinesi organizzano la cosiddetta La 'Marcia del ritorno'. La manifestazione di quest'anno si conclude davanti alla barriera tra Gaza e Israele.

"Oggi, noi siamo qui, ricordando il giorno della Nakba - dice Marwa Yasseen - una tragedia che ancora si ripete per tutti i nostri fratelli palestinesi qui a Gaza e in Cisgiordania, e per tutti i palestinesi fuggiti, cacciati dalla Palestina nel 1948".

Gli arabi israeliani sono i discendenti dei palestinesi che sono rimasti sulla loro terra dopo la nascita di Israele: costituiscono circa il 17,5% della popolazione israeliana e lamentano discriminazione, in particolare per alloggi e il lavoro.

"Sono venuto con i miei figli e nipoti - spiega Rafiq Bakri, giornalista arabo  di Haifa - per rispondere a tutti coloro che sostengono che gli anziani muoiono e che i giovani finiscono per dimenticare: a quelle persone dico che i bambini palestinesi non dimenticheranno".

La comunità palestinese rivendica il diritto dei profughi di tornare nelle loro case, abbandonate nel 1948

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I 70 anni della "catastrofe": la diaspora palestinese rivendica il diritto a tornare a casa

"Marcia del Grande Ritorno" a Gaza: quattro morti

I palestinesi commemorano la Nakba, la "catastrofe", la nascita dello Stato israeliano