EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Usa a Mosca, "Nessuna giustificazione per espulsioni"

Usa a Mosca, "Nessuna giustificazione per espulsioni"
Diritti d'autore 
Di Simona Zecchi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il metodo occhio per occhio della Russia rispetto alle contromisure occidentali e soprattutto americane seguite alla vicenda dell'ex spia russa Skripal e sua figlia suscita dure reazioni degli Stati Uniti.

PUBBLICITÀ

Il metodo occhio per occhio della Russia rispetto alle contromisure occidentali e soprattutto americane, seguite alla vicenda dell'ex spia russa Skripal e sua figlia, suscita dure reazioni degli Stati Uniti che definiscono essere senza giustificazioni la decisione del Cremlino. Sessanta diplomatici Usa dovranno lasciare infatti il paese entro il 5 aprile.

HEATHER NAUERT, portavoce del Dipartimento di Stato USA:

"Non vediamo in questa reazione un giusto botta e risposta dilplomatico. La Russia è responsabile per quell'attacco orribile verso un cittadino britannico e sua figlia. Hanno nuovamente violato la convenzione sulle armi chimiche. la sostanza utilizzata il Novichock è bandita e noi prendiamo tutto questo seriamente"

Mentre la Russia continua a dichiararsi innocente e, anzi, a ribadire la intenzione di cercare di arrivare alla verità sul caso, Sergej Skripal resta ricoverato in condizioni critiche. Al contrario Julia, la figlia, sta mostrando un graduale miglioramento di salute.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Arrivano a Mosca i diplomatici russi espulsi da Trump

Caso Skripal: Mosca espelle 60 diplomatici americani

Diplomatici russi espulsi, Mosca: "Reagiremo duramente, ma aperti alla cooperazione"