Siria, Erdogan:" Dopo Afrin, muoviamo verso l'Iraq"

Siria, Erdogan:" Dopo Afrin, muoviamo verso l'Iraq"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente turco ha dichiarato che la conquista del centro di Afrin è stata la mossa più importante dell'operazione "Ramoscello d'ulivo". Ora le truppe turche si sposteranno verso le regioni irachene controllate dai curdi

PUBBLICITÀ

Il presidente turco Erdogan ha dichiarato che, dopo la vittoria nella regione siriana di Afrin, il suo esercito espanderà le operazioni militari in altre aree controllate dai curdi in Siria e nella regione irachena del Sinjar.

Parlando ad una cerimonia per le nomine giudiziarie ad Ankara, Erdogan ha detto che le sue truppe hanno già preso di mira la città siriana di Manbij, così come Ayn al-Arab, nota anche come Kobani, e altre città lungo il confine ad est del fiume Eufrate.

Ha insistito sul concetto che la Turchia non aveva alcuna intenzione di "occupazione" in Siria, dicendo che stava semplicemente cancellando l'area di confine dei terroristi.

"Prendendo il controllo del centro della città di Afrin", ha detto Erdogan, "abbiamo concluso la fase più importante dell'operazione "Ramoscello d'ulivo". Adesso passiamo a Manbij, Ayn al Arab (Kobani), Ras al-Ayn, Qamisli; continueremo questo processo fino a quando aboliremo questo corridoio"

Queste aree sono controllate dalle forze curdo siriane appoggiate dagli Stati Uniti. Erdogan ha detto che le truppe turche potrebbero anche entrare in Iraq per cacciare i militanti curdi dalla regione di Sinjar, se il governo iracheno fosse riluttante a cacciare i militanti dalla zona.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Macron annuncia: "Sostegno francese ai curdi in Siria"

In Siria del nord la Turchia stronca velleità curde

Siria, esercito turco entra ad Afrin