ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il crollo dell'SPD nei sondaggi segna distanza storica con l'elettorato

euronews_icons_loading
Il crollo dell'SPD nei sondaggi segna distanza storica con l'elettorato
Dimensioni di testo Aa Aa

Una popolarità in caduta libera quella di Martin Schultz, il cui partito, nonostante i risultati positivi ottenuti dalla nuova coalizione, ha registrato un record tra i piu bassi degli ultimi tempi. Infatti, secondo quanto emerso in un sondaggio svolto tra il 13 e il 15 febbraio, l'SPD si è fermato al 16% , mentre la destra populista ha aumentato di un punto la percentuale in suo favore raggiungendo, il 15% . Una campagna elettorale quella dell'SPD, che nelle elezioni ha ottenuto un debole 21%, segnando cosi una distanza inedita fra se stesso e il suo elettorato.

Distanza che la nuova leadership del partito non è riuscita ancora a colmare. Infatti la stessa Andrea Nahles, prima donna leader del partito, non ha ottenuto grande supporto al suo interno: solo il 48% dei social democratici sono dalla sua parte. Il 2 marzo, gli oltre 400mila membri del partito dovranno decidere sul futuro della nuova coalizione, quando tutte le urne verranno portate nella Willy-Brandt-Haus, la sede federale della Spd a Berlino, e scrutinate il giorno successivo.