EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Rohingya: raggiunto l'accordo per il ritorno dei profughi in Myanmar

Rohingya: raggiunto l'accordo per il ritorno dei profughi in Myanmar
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ma i loro villaggi sono stati distrutti dall'esercito birmano. Le associazioni umanitarie internazionali sono scettiche sulla fattibilità dell'intesa

PUBBLICITÀ

Il Myanmar e il Bangladesh hanno raggiunto un accordo per rimpatriare i profughi rohingya. Il ritorno dei rifugiati appartenenti alla minoranza musulmana birmana verrà scaglionato su due anni. Preferibilmente, si legge nel testo, ma una data ultima non è stata fissata.

L'intesa prevede la creazione di cinque campi di transito in Bangladesh e due centri di accoglienza in territorio birmano. La situazione degli sfollati è resa ancora più urgente dall'approssimarsi della stagione dei monsoni che può trasformare in una trappola l'habitat informale in cui si trovano oltre seicento cinquanta mila persone scappate dalle persecuzioni.

Nell'agosto scorso l'esercito del Myanmar aveva scatenato un'offensiva nella regione del Rakhine che l'Onu ha definito "un esempio da manuale di pulizia etnica". Molti dei villaggi sono stati in seguito rasi al suolo per cui le associazioni umanitarie internazionali esprimono scetticismo sul fatto che i rohingya possano davvero tornare a istallarsi nel paese.   

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Genocidio Rohingya, missione diplomatica dell'Onu

Myanmar, giornalisti Reuters rischiano 14 anni di carcere

Myanmar: parlano sopravvissuti del massacro di Maung Nu