ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue-Messico: accordo commerciale rimandato a gennaio

Lettura in corso:

Ue-Messico: accordo commerciale rimandato a gennaio

Ue-Messico: accordo commerciale rimandato a gennaio
Dimensioni di testo Aa Aa

Niente intesa per ora sulla modernizzazione dell’accordo commerciale fra Unione europea e Messico. Bruxelles contava di chiudere il 2017 con una firma, ma, ha detto la commissaria al commercio Cecilia Malmström, nonostante i progressi fatti nell’ultimo round negoziale, c‘è bisogno di ulteriore lavoro all’inizio dell’anno prossimo: “Le radici del problema sono complicate perché veniamo da sistemi diversi, ma abbiamo lavorato parecchio per cercare di trovare compromessi e capire ciascuno il sistema dell’altro”.

Lo scoglio più grosso pare essere l’agricoltura. Solo per l’Italia nove formaggi, tra cui parmigiano, gorgonzola e mozzarella di bufala, rientrano nell’elenco delle indicazioni geografiche europee per le quali è stata richiesta la tutela della denominazione su tutto il territorio messicano.

Messico e Unione europea hanno deciso di accelerare le discussioni, iniziate nel maggio 2016, dopo l’elezione del protezionista Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti.

“I messicani si trovano in una situazione molto difficile – spiega Fredrik Erixon del think tank Ecipe – perché se Trump decide di ritirare l’America dal Nafta e magari di far crollare l’intero accordo del Nafta, il Messico avrà bisogno di trovare nuovi partner commerciali in diverse parti del mondo per compensare le perdite provocate da Trump”.

L’accordo di libero scambio fra Messico e Unione europea è entrato in vigore nel 2000. Da allora gli scambi sono triplicati e i flussi commerciali globali profondamente cambiati, rendendo necessaria una modernizzazione dell’accordo.