ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Honduras: manifestazioni, denunce e richiesta di nuove elezioni

Lettura in corso:

Honduras: manifestazioni, denunce e richiesta di nuove elezioni

Honduras: manifestazioni, denunce e richiesta di nuove elezioni
Dimensioni di testo Aa Aa

"Fuori Juan Orlando Hernandez, via il Dittatore", gridano i circa 5 mila dimostranti dell'opposizione che venerdi sera hanno partecipato ad una manifestazione per le strade di Tegucigalpa, la capitale dell'Honduras. Musica, bandiere, fiaccole, candele hanno caratterizzato le proteste, comunque pacifiche, contro lo stallo che si è creato dopo le elezioni del 26 novembre scorso. La Polizia, in assetto anti-sommossa, ha controllato che tutto filasse liscio. La manifestazione è stata organizzata dalle opposizioni, l'Alianza di Salvador Nasralla e il partito liberale dell'Honduras di Luis Zelaya, arrivati secondo e terzo dietro al presidente Hernandez (Nasralla addirittura solo per l'1,6% dei voti in meno) nella contestate elezioni, macchiate da accuse di brogli.

"Chiediamo che la democrazia sia rispettata e che Salvador Nasralla sia dichiarato presidente, perché il popolo honduregno ha votato per questo candidato e vogliamo siano rispettati i nostri diritti", dice Renan Ordonez, sostenitore dell'opposizione.

Oltre a richiedere il riconteggio di 18mila schede, i due partiti di opposizione hanno presentato formale richiesta di annullamento delle elezioni, invocando il ritorno alle urne il prima possibile. La stessa Organizzazione degli Stati Americani - presente, al pari dell'Unione Europea, come osservatore - ipotizza le nuove elezioni come l'unica via di uscita per il paese centroamericano, uno dei piu' poveri del continente americano.

Lo stesso Salvador Nasralla, celebre presentatore televisivo, ha altresi denunciato il presidente del Tribunale David Mataramos Batson per abuso di autorità, violazione dei doveri dei funzinari pubblici e falsificazione di documenti.