EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Sfida di slogan (ma niente botte) davanti alla Casa Bianca tra suprematisti e anti-razzisti

Sfida di slogan (ma niente botte) davanti alla Casa Bianca tra suprematisti e anti-razzisti
Diritti d'autore 
Di Cristiano Tassinari
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sempre altissima la tensione sui temi razziali negli Stati Uniti: a Washington si sono sfidati i suprematisti bianchi di Richard Spencer e il gruppo antifascista "Antifa".

PUBBLICITÀ

Una vera e propria sfida, per fortuna solo a colpi di slogan.

"Costruiamo il muro", urlano i seguaci di Alt-Right, gruppo di suprematisti bianchi, neo-nazi e simpatizzanti anti-semiti.
Dall'altra parte i militanti di Antifa, gruppo antifascista e antirazzista urlano: "Nazisti feccia".

Accade di domenica a Washigton, in Pennsylvania Avenue, davanti al numero 1600, proprio di fronte alla Casa Bianca.

Per evitare scontri, come già avvenuto a Charlottesville, in Virginia, nell'agosto scorso, deve intervenire la Polizia in tenuta antisommossa a creare una barriera fisica tra i fedelissimi del discusso suprematista bianco Richard Spencer, scortato fino ad una stazione della metropolitana, e il gruppo degli antirazzisti.

La tensione sui temi razziali negli Stati Uniti rimane altissima.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Biden ai corrispondenti: "Liberare i giornalisti imprigionati, Trump bambino di 6 anni"

Stati Uniti: il Congresso approva la legge di spesa, evitato lo shutdown

New York: Donald Trump condannato a pagare oltre 350 milioni di dollari