ULTIM'ORA

La Cina e la lotta all'inflazione

La Cina e la lotta all'inflazione
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Nello scorso settembre in Cina l’inflazione ha rallentato con una percentuale dell’1,6%. Il dato, in linea con le attese degli economisti, resta quindi ancora lontano dal target di Pechino fissato al 3% per l’intero 2017. Per il governatore della banca centrale cinese la riduzione del rischio nel sistema finanziario della Cina e l’approfondimento delle riforme rimane una priorità per mantenere la stabilità economica.

Zhou Xiaochuan, Governatore della banca centrale cinese
“Nel complesso, dobbiamo prima evitare il rischio causato dal virus dell’inflazione. Poi, e ne siamo tutti a conoscenza, dobbiamo correggere in maniera acuta le cosiddette bolle di assets. Beni che possono essere sia nel mercato azionario che in quello immobiliare, ma anche frutto di derivati finanziari o di movimenti bancari ombra”.

Proprio per questo Pechino ha richiamatlo le banche cinesi ad un maggior controllo sui prestiti dei propri clienti, specialmente di quelli che cercano di acquisire beni dall’estero.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.