EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Messico: il terremoto nella parole di chi lo ha vissuto

Messico: il terremoto nella parole di chi lo ha vissuto
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

A nemmeno due settimane da quello di 8,2, che ha causato più di 90 morti un altro terremoto scuote il Messico e devasta Città del Messico e Puebla, oltre alle vite di milioni di persone. Stavolta la terra ha tremato per un nuovo terremoto di magnitudo 7,1 della scala Richter a 12 chilometri a sudest di Axochiapan, nello stato di Morelos, circa 160 chilometri dalla capitale messicana.

Nello Stato di Morelos si parla di almeno 42 morti, mentre almeno cinque sono registrati a Puebla. Il numero dellle vittime andrà putroppo visto al rialzo. Le autorità di tutti gli stati interessati parlano già di oltre 150 vittime.

A Città del Messico almeno 40 case e palazzi sono crollati. L’agenzia scientifica del governo Usa per il territorio ha stimato che il bilancio potrebbe arrivare a 1.000 morti. Sempre l’agenzia ha lanciato un’allerta “arancione” sulle possibili vittime e “rossa” per l’impatto economico in un paese già prostrato dalll’ultimo terremoto.

Il dramma ancora negli occhi di chi l’ha vissuto, come questa donna: “È stata una scossa fortissima. Ho cercato di raggiungere mio figlio anche al telefono con whatsapp e non ci sono riuscita. Ero intrappolata all terzo piano. Le persone al quarto ci hanno aiutato a uscire con una pala. Siamo uscite per una scala. Ringrazio Dio di essere sopravvissuta” .

La forte scossa, che è stata registrata alle 13.14 ora locale, ha fatto oscillare i palazzi e migliaia di persone in preda al panico si sono riversate per le strade. La gente cerca di organizzarsi come può con l’esercito intervenuto ad aiutare.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Messico, inaugurata la linea ferroviaria interoceanica

Morto Jesus Ociel Baena Saucedo, il primo magistrato messicano non binario

Messico, la devastazione ad Acapulco dopo il passaggio dell'uragano Otis