Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Asia meridionale: oltre 1400 morti per le inondazioni, un disastro prevedibile

Asia meridionale: oltre 1400 morti per le inondazioni, un disastro prevedibile
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre tutti gli occhi sono puntati sul Texas, c‘è un’altra area del mondo che sta soffrendo a causa delle gravissime inondazioni. Si tratta dell’Asia meridionale, in particolare India, Nepal e Bangladesh, dove ormai da settimane, almeno 40 milioni di persone sono state coinvolte dal fenomeno.


E la mancanza di preparazione e prevenzione da parte delle autorità per un evento, come quello dei monsoni stagionali, che è del tutto prevedibile, ha fatto storcere il naso ai più.

“In generale non integriamo modelli climatici o eventi climatici nel modo in cui pianifichiamo le cose. Siano esse infrastrutture o l’industria, o qualsiaso cosa. E se non lo facciamo, andiamo incontro a danni ancor più importanti. Tendiamo a considerarlo come un disastro, piuttosto che qualcosa di inevitabile di cui dobbiamo tenere conto”, spiega Shreeshan Venkatesh, ricercatore al Centro per la scienza e l’ambiente.


In queste che sono già state definite dagli esperti come le alluvioni più devastanti della regione, le vittime – secondo un bilancio ancora provvisorio – sono oltre 1400. Interi villaggi sono stati distrutti e la mancanza di cibo e acqua pulita ha fatto scattare l’allarme.