Crisi Qatar, Ministro Esteri: ''La lista di richieste è fatta per essere respinta''

Crisi Qatar, Ministro Esteri: ''La lista di richieste è fatta per essere respinta''
Di Cinzia Rizzi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il Ministro degli Esteri qatariota Al-Thani ha anticipato il rifiuto del suo Paese ad adempiere le 13 condizioni imposte dai Paesi del Golfo

PUBBLICITÀ

Il Qatar non si arrende. A meno di 48 ore dalla scadenza dell’ultimatum imposto da Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi Uniti e Bahrain, il Ministro degli Esteri qatariota Mohammed bin Abdulrahman al-Thani, in conferenza stampa a Roma, ha dichiarato che il suo Paese respingerà le 13 condizioni: “Tutto dovrebbe essere basato su un processo appropriato e su una struttura appropriata, con dei principi accordati da entrambe le parti. Questa lista di richieste è fatta per essere respinta, non è fatta per essere accettata o negoziata’‘.

Tra le condizioni, Arabia Saudita e gli altri Paesi impongono al Qatar la sospensione dei rapporti con Iran, con i gruppi terroristici, la chiusura della base militare turca presente nell’emirato e della tv panaraba Al Jazeera.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Roma, allerta per la sicurezza. L'ambasciatore israeliano: "Minacce anche in Italia"

Come viene visto l'attacco a Israele in Iran?

Vendetta, geopolitica e ideologia: perché l'Iran ha attaccato Israele