EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Sciopero generale: in Cisgiordania servizi pubblici e scuole chiuse

Sciopero generale: in Cisgiordania servizi pubblici e scuole chiuse
Diritti d'autore 
Di Luca Colantoni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Manifestazione nata per solidarietà contro i 1800 detenuti in sciopero della fame

PUBBLICITÀ

I palestinesi della Cisgiordania osservano uno sciopero generale ‘‘in
solidarietà con i 1800 detenuti palestinesi impegnati in uno
sciopero della fame nelle prigioni israeliane’‘. Lo sciopero coincide con l’arrivo nella zona del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che avrà un incontro con il presidente Abu Mazen. “È uno sciopero generale che chiude tutte le strutture della Cisgiordania, di Gaza e nei territori del 1948 – dice un residente di Hebron – È una buona cosa che tutti i proprietari di negozi fanno a sostegno dei prigionieri”.

Indetto il 17 aprile dal dirigente di al-Fatah, Marwan Barghouti che sconta l’ergastolo in Israele, lo sciopero della fame, oggetto della manifestazione di oggi, mira ad ottenere una serie di miglioramenti nelle condizioni di
reclusione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Sparatoria in Cisgiordania, morti i tre attentatori

Gaza, oltre 4mila morti e 13mila feriti. Scontri e morti nella Cisgiordania occupata

Nuovo attacco israeliano, quattro morti in Palestina