EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Il killer di Berlino ucciso in sparatoria nel Milanese

Il killer di Berlino ucciso in sparatoria nel Milanese
Diritti d'autore 
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Anis Amri era arrivato in treno dalla Francia. Il ministro dell'Interno tedesco ringrazia le forze dell'ordine italiane

PUBBLICITÀ

E’ terminata nel Milanese la fuga di Anis Amri, il killer dell’attentato ai mercatini di natale a Berlino. Il tunisino è stato ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia a Sesto San Giovanni con la Polizia. Amri, fermato per un normale controllo stradale, invece dei documenti ha estratto una pistola, sparando agli agenti che hanno risposto al fuoco uccidendolo. Neutralizzato grazie alla prontezza dei nostri agenti come ha sottolineato il ministro dell’Interno Marco Minniti: “Se è possibile garantire un livello cosi elevato di controllo del territorio, che consente nell’imminenza di un ingresso nel nostro paese di una persona che è stata in fuga per gran parte dell’Europa, identificarlo e neutralizzarlo vuol dire che c‘è un sistema che è capace di funzionare”

#Minniti: “Ringrazio tutto il dispositivo di sicurezza del nostro paese, l'Italia deve essere orgogliosa” #BerlinoAttack#Berlinopic.twitter.com/zSFyGtVluw

— Il Viminale (@Viminale) 23 dicembre 2016

Sul corpo del tunisimo è stato trovato un biglietto del treno. Il terrorista dopo aver lasciato la Germania ha attraversato la Francia, e da Chambery passando per Torino è arrivato in Lombardia. Ora gli investigatori sono al lavoro per capire se la pistola fosse la stessa utilizzata per rubare il camion con cui è stato compiuto l’attacco a Berlino. Prima di morire avrebbe urlato “Allah Akbar”.

Ministro Minniti: “Ucciso a Milano dalla Polizia di Stato Anis Amri” poliziadistato</a> <a href="https://twitter.com/hashtag/berlinoattack?src=hash">#berlinoattack</a> <a href="https://t.co/naQpRFZiDN">pic.twitter.com/naQpRFZiDN</a></p>&mdash; Il Viminale (Viminale) 23 dicembre 2016

Intanto l’agente di polizia ferito da Amri, è ricoverato all’ospedale di Monza ma non è in pericolo di vita. Ad uccidere l’attentatore invece è stato un giovane agente inprova al Commissariato di Sesto.

#Minniti “Grazie di vero cuore per la loro professionalità ai poliziotti Cristian Movio e Luca Scatà” poliziadistato</a> <a href="https://twitter.com/hashtag/Berlino?src=hash">#Berlino</a> <a href="https://twitter.com/hashtag/BerlinAttack?src=hash">#BerlinAttack</a></p>&mdash; Il Viminale (Viminale) 23 dicembre 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Terrore a Berlino: i ricordi delle vittime italiane

Moda, commissariata la Giorgio Armani Operations: accuse di caporalato a opifici in Lombardia

Caso Milan, indagini sulla proprietà e sulla vendita. Le difese del club, Elliott e RedBird