EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Pakistan: un tribunale e un quartiere cristiano colpiti da un gruppo vicino ai Taleban

Pakistan: un tribunale e un quartiere cristiano colpiti da un gruppo vicino ai Taleban
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Due attacchi, rivendicati da una fazione dei Taleban, hanno colpito il Pakistan.

PUBBLICITÀ

Due attacchi, rivendicati da una fazione dei Taleban, hanno colpito il Pakistan. Uno degli attentati è stato compiuto davanti al tribunale di Mardan, da un kamikaze che indossava un giubbotto con almeno 8 chili di esplosivo.

L’uomo ha cercato di entrare nell’edificio ed è stato bloccato dai poliziotti.
L’attentato ha provocato almeno 12 morti e oltre 40 feriti.

“Secondo i testimoni, l’assalitore ha lanciato una granata e poi ha cercato di avanzare”, racconta il capo della polizia di Mardan, Ijaz Ahmed Khan. “A quel punto un poliziotto ha cercato di fermarlo, l’uomo ha gridato “Allah è grande”; gli spari della polizia hanno fatto detonare il giubbotto dell’assalitore”.

Il gruppo Jamaat-ur-Ahrar ha rivendicato l’attentato di Mardan e quello che ha colpito un quartiere cristiano alla periferia di Peshawar, all’alba. Quattro i kamikaze in azione, uccisi nell’intervento dei militari. Morta una guardia locale.

La stessa organizzazione estremista aveva perpetrato la strage di cristiani a Lahore a Pasqua e quella di avvocati a Quetta lo scorso 8 agosto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Pakistan, esplosioni davanti a due uffici elettorali a un giorno dalle elezioni: almeno 24 morti

Kamikaze si fa esplodere durante un raduno politico in Pakistan. Decine di morti

Israele: attacco con coltello in un centro commerciale in Galilea, due morti compreso attentatore