EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Operazione anti-pedofilia in Scozia, un'ottantina di arresti

Operazione anti-pedofilia in Scozia, un'ottantina di arresti
Diritti d'autore 
Di Lilia Rotoloni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Salvati oltre 500 minori adescati nelle chat

PUBBLICITÀ

In Scozia è stata sgominata una rete di pedofili che usava internet per diffondere immagini pedopornografiche ma anche per attirare le vittime, che sono oltre 500.

Il vice capo della polizia scozzese Malcom Graham spiega come funzionava la trappola per i minori:

Identificavano quelli che pensavano potessero essere vulnerabili, cercavano informazioni personali da sfruttare a loro vantaggio. Poi suggerivano uno scambio di immagini, ma le foto che loro stessi inviavano non sempre li rappresentavano. E poi suggerivano un appuntamento, nel corso del quale i bambini potevano essere abusati.

L’ispettore Andy McWilliam rivela qualche dettaglio dell’inchiesta:

In almeno tre casi abbiamo visto delinquenti che avevano in memoria nei loro computer più di 10 milioni di immagini di bambini.

In un caso, un unico individuo comunicava in contemporanea con più di 100 minori.

L’inchiesta è partita all’inizio di giugno e non è ancora conclusa. Gli inquirenti stanno analizzando decine di migliaia di chat.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Scozia, il primo ministro Humza Yousaf si dimette prima del voto di sfiducia

Lo zoo di Edimburgo restituisce i suoi panda alla Cina. Stessa sorte per altri 15 nel mondo

All'asta il celebre Macallan Adami 1926, un whisky pregiatissimo