Il Mein Kampf di Hitler in allegato col Giornale. Montanelli l'avrebbe fatto?

Il Mein Kampf di Hitler in allegato col Giornale. Montanelli l'avrebbe fatto?
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La storia finisce sui siti d'informazione di mezzo mondo

PUBBLICITÀ

Se si trattava di un’iniziativa pubblicitaria il colpo è riuscito, ma la pubblicità è negativa. L’uscita in allegato con Il Giornale del Mein Kampf di Hitler è finita sui siti d’informazione di mezzo mondo.

La polemica è forte anche in Italia. Tra l’altro, il premier Matteo Renzi ha parlato di operazione ‘squallida’.

Per Alessandro Sallusti, il direttore del quotidiano di proprietà di Paolo Berlusconi, fratello di Silvio, si tratta di semplicemente di far conoscere la storia per non ripeterla. Alcuni passanti, intervistati a Roma, sembrano dargli ragione:

Per conoscere la storia è sempre valida la scelta, per conoscere la storia… dice un uomo. E un altro aggiunge:

Era Hitler, è ovvio che era il male assoluto, però questo non significa che non si debbe farlo conoscere per poi evitarlo.

Lettura collettiva del Diario di Anna Frank a Milano

I diritti d’autore dell’autobiografia di Hitler sono scaduti da poco e i primi a ripubblicarla sono stati i tedeschi. Ma si è trattato di un’edizione più critica rispetto a quella italiana, che rimette le affermazioni del Grande dittatore nel loro contesto, spiegandone le deformazioni storiche.

Grande l’indignazione della comunità ebraica italiana.

Una delle risposte più interessanti, finora, quella lanciata a Milano: una lettura collettiva del Diario di Anna Frank, oggi pomeriggio, in Piazza S. Fedele.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Risolto lo "scandalo nazista" in Canada: dimissioni per il presidente del Parlamento Anthony Rota

Polonia, per la prima volta il Vaticano beatifica un'intera famiglia

Simboli nazisti e materiale pedopornografico trovati nelle chat della polizia tedesca