EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Aleppo fuori dalla tregua temporanea in vigore a Damasco e Latakia

Aleppo fuori dalla tregua temporanea in vigore a Damasco e Latakia
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Non c‘è pace per Aleppo, esclusa dalla fragile tregua dichiarata dall’esercito siriano per 24 ore a Damasco e nei sobborghi e per tre giorni nella

PUBBLICITÀ

Non c‘è pace per Aleppo, esclusa dalla fragile tregua dichiarata dall’esercito siriano per 24 ore a Damasco e nei sobborghi e per tre giorni nella provincia di Latakia. Almeno 25 le vittime a causa dei nuovi bombardamenti compiuti da forze lealiste e ribelli. Sale a quasi 230 il numero dei civili uccisi nei combattimenti dell’ultima settimana, almeno 50 di questi sono bambini dice l’Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus).

Quei bambini ai quali ha consacrato la vita il medico siriano Mohammad Wassim Maaz, portato via dalle bombe cadute sull’ospedale di Al-Quds sostenuto sia da Medici senza Frontiere sia dalla Croce rossa internazionale nel quartiere di Sukari.

Bombed, looted, burned and destroyed. Hospitals under attack: https://t.co/HInUa9D0Ge via PMaurerICRC</a> & <a href="https://twitter.com/MSF">MSFpic.twitter.com/3wVZLmyCMX

— ICRC (@ICRC) 29 aprile 2016

Nella zona orientale della città in mano ai ribelli il 95% dei medici è stato ucciso o se n‘è andato. Ci sono solo 70-80 dottori per 250mila persone, dice Medici senza frontiere.

(2/2) Their loss is our loss. Hospitals are #NotaTarget. #AlQuds#Aleppohttps://t.co/dtnGlaGDLCpic.twitter.com/gQvfDxbGkm

— Doctors w/o Borders (@MSF_USA) 29 aprile 2016

Roma guarda alla Siria: “sanguina” una delle sue fontane più famose, quella di Trevi, per ricordare i cristiani fuggiti dalla guerra. Simbolo dell’esodo è proprio Aleppo: dei 160mila presenti fino al 2011 ne sono rimasti appena 40mila.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Siria: l'Onu chiede l'aiuto internazionale per ripristinare un cessate il fuoco

Ue-Turchia, per Onu vigilare su rispetto diritti dei rifugiati

Aleppo è senza tregua: bombe sui civili, 200 morti nell'ultima settimana