ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il ministro degli esteri italiano Gentiloni, primo rappresentante estero in Libia dal premier Sarraj

euronews_icons_loading
Il ministro degli esteri italiano Gentiloni, primo rappresentante estero in Libia dal premier Sarraj
Dimensioni di testo Aa Aa

Il ministro degli esteri italiano Paolo Gentiloni è il primo rappresentante di un governo estero ad andare in Libia dall’insediamento a Tripoli, due settimane fa, del governo di unità nazionale sostenuto dalla comunità internazionale.

Gentiloni ha evocato la possibilità di una possibile riduzione dell’embargo sulle armi in chiave anti Isil:

È ipotizzabile che nel futuro, grazie alla nostra collaborazione, l’embargo venga ridotto, per dare la possibilità alle autorità libiche di essere più forti per combattere il sedicente Stato islamico e il terrorismo.

Gentiloni ha incontrato il neo premier Fayez Al Sarraj con il quale ha discusso anche della possibile riapertura della rappresentanza diplomatica a Tripoli.

Non solo la lotta al terrorismo, fra i temi che uniscono l’Italia alla nuova Libia, ma anche la questione migranti. La chiusura della rotta balcanica potrebbe riaprire quella del mediterraneo meridionale.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.