EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Penultimo giorno in Messico. Il Pontefice è a Morelia, terra dei narcos

Penultimo giorno in Messico. Il Pontefice è a Morelia, terra dei narcos
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Una messa all’insegna dell’allegria quella che ha celebrato Francesco nel penultimo giorno della sua visita pastorale in Messico. Un appuntamento a

PUBBLICITÀ

Una messa all’insegna dell’allegria quella che ha celebrato Francesco nel penultimo giorno della sua visita pastorale in Messico.

Un appuntamento a Morelia, nel cuore di uno dei territori controllati militarmente dai narcos e poi un incontro con i giovani.

Dopo aver percorso le vie della località su di una papamobile aperta festeggiato dalla folla lungo il percorso, il Pontefice è arrivato allo stadio “Venustiano Carranza”, dove ha celebrato la messa di fronte a 20 mila persone.

E ancora una volta si è scagliato contro la società della violenza e contro lo scoramento che essa provoca: “Che tentazione può venire da posti dove domina la violenza, la corruzione e il narcotraffico? Che tentazioni possiamo avere di fronte a tutto questo? Che tentazioni possiamo avere di fronte a una realtà che sembra esserrsi fatta sistema? Credo che queste sensazioni possano riassumersi in una parola: rassegnazione”.

Mercoledì il Pontefice concluderà la sua visita in Messico facendo tappa a Ciudad Juarez, anch’essa dominio dei cartelli dei narcos, ma anche uno dei luoghi dove esistono decine di fabbriche che producono a basso costo per il ricco mercato statunitense.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Messico, inaugurata la linea ferroviaria interoceanica

Morto Jesus Ociel Baena Saucedo, il primo magistrato messicano non binario

Messico, la devastazione ad Acapulco dopo il passaggio dell'uragano Otis