Germania, de Maizière: "Meno fondi ai Paesi che non accettano le quote"

Germania, de Maizière: "Meno fondi ai Paesi che non accettano le quote"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Meno fondi europei ai Paesi che non accettano il principio delle quote dei migranti: è questa la soluzione per il ministro dell’Interno tedesco

PUBBLICITÀ

Meno fondi europei ai Paesi che non accettano il principio delle quote dei migranti: è questa la soluzione per il ministro dell’Interno tedesco Thomas de Maizière. Bruxelles è, infatti, divisa sugli impegni relativi alla redistribuzione di 120mila rifugiati. Al testo finale del Consiglio dei ministri degli Interni dei 28 hanno detto no alcuni Paesi come Ungheria, Romania, Slovacchia e Repubblica Ceca.

“I negoziati proseguono in questa maniera: ai Paesi che rifiutano le quote non succede nulla. Paesi che i migranti attraversano, per questo dobbiamo fare pressione. Sono spesso Paesi che ricevono ingenti aiuti strutturali da parte dell’Unione europea. Secondo il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, e credo che la proposta sia giusta, questi Paesi dovrebbero ricevere meno fondi strutturali europei”, ha spiegato il ministro dell’Interno tedesco Thomas de Maizière.

La decisione sulla ripartizione dei migranti è rimandata al Consiglio dell’8 e 9 ottobre a Lussemburgo.
De Maizière nei giorni precedenti aveva già invitato i Paesi dell’Unione Europea a non “sfruttare” la disponibilità della Germania nel dare accoglienza ai migranti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, il leader in Turingia dell'Afd a processo per uno slogan nazista

Germania: arrestate due spie russe, volevano sabotare gli aiuti a Kiev

Germania: trovata bomba della Seconda Guerra Mondiale a Colonia durante dragaggio del Reno