EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Iraq, popolazione torna a Tikrit liberata da Isis

Iraq, popolazione torna a Tikrit liberata da Isis
Diritti d'autore 
Di Euronews Agenzie:  Reuters, Afp, Efe
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il ritorno a Tikrit per centinaia di persone fuggite alla devastazione dell’estremismo islamico. Tre mesi dopo che l’esercito iracheno e gli alleati

PUBBLICITÀ

Il ritorno a Tikrit per centinaia di persone fuggite alla devastazione dell’estremismo islamico.

Tre mesi dopo che l’esercito iracheno e gli alleati (appoggio aereo e logistico statunitense e milizie sciite dell’Iran sul terreno) hanno riconquistato la città a Nord di Baghdad, una cinquantina di famiglie, a bordo di autobus scortati dalle forze dell’ordine, ha fatto ritorno alla città sottratta all’autoproclamato Stato Islamico.

“C‘è uno sforzo eccezionale da parte dei vari dipartimenti della città di Tikrit per ripristinare i servizi basilari della sanità, dell’elettricità, dell’acqua oltre alla presenza dei servizi di sicurezza per proteggere la città e le famiglie” spiega il il governatore della provincia di Saladino Raid Al-Jibbouri.

Gli abitanti originari di Tikrit sono arrivati sia dal Sud, da Samarra, che da Kirkuk, nel Nord. Mentre la città di Mosoul resta nelle mani degli jihadisti.

Quello che si trovano davanti gli abitanti che tornano alla propria città è una sorta di deserto e nell’Est del Paese sono numerose le città ancora fantasma, liberate dall’esercito ma impantanate nelle dispute tra fazioni politiche e bloccate dai danni alle infrastrutture. Si calcola che dall’inizio dell’anno scorso siano oltre 3 milioni gli iracheni sfollati.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iraq, parlamento approva la legge per criminalizzare l'omosessualità: fino a 15 anni di reclusione

Iraq, attacco contro una base militare: un morto e otto feriti

Medio Oriente: gli Stati Uniti attaccano milizie filo-iraniane in Iraq e Siria