EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Turchia: la campagna elettorale passa dalle toilette

Turchia: la campagna elettorale passa dalle toilette
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le polemiche sui presunti bagni dorati di Erdogan finiranno in tribunale.

PUBBLICITÀ

Clima politico infuocato in Turchia, a meno di una settimana dalle legislative del 7 giugno.

Mentre la formazione conservatrice del presidente Erdogan continua ad apparire favorito, il leader socialdemocratico Kemal Kiliçdaroglu ha criticato il fatto che il capo dello Stato si sia fatto costruire un palazzo gigantesco e lussuoso. Segno, a suo dire, di manie di grandezza e di una deriva autoritaria dell’uomo forte del paese.

Tayyip Erdogan fa sapere che denuncerà l’avversario e dichiara: “Lo invito a venire a fare un giro qui. Lo sfido a trovare davvero una tavoletta d’oro su una delle toilette. Se la trova mi dimetto dalla presidenza. Se non la trova, si dimetterà lui dal CHP?”

Il partito di opposizione fa sapere che non intende visitare un edificio costruito illegalmente. L’allusione è a una sentenza, mai rispettata, che bloccava la realizzazione del palazzo presidenziale, comprendente un migliaio di stanze e costato 490 milioni di euro.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turchia al voto: numerosi episodi di violenza, Akp punta a maggioranza assoluta

Mitsotakis e Erdogan ad Ankara: continuano i colloqui per normalizzare i rapporti tra i Paesi

Turchia, incidente in funivia: un morto e sette feriti, passeggeri bloccati per circa un giorno