Incendio a Fiumicino, corto circuito in un bar. Escluso atto doloso. Distrutti 1000 mq

Incendio a Fiumicino, corto circuito in un bar. Escluso atto doloso. Distrutti 1000 mq
Diritti d'autore 
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Allarme rientrato all’aeroporto di Roma Fiumicino dopo l’incendio divampato al terminal 3 dei voli internazionali. Dopo una mattinata di caos, il

PUBBLICITÀ

Allarme rientrato all’aeroporto di Roma Fiumicino dopo l’incendio divampato al terminal 3 dei voli internazionali. Dopo una mattinata di caos, il traffico aereo è ripreso. Numerose tuttavia le cancellazioni, con conseguenti disagi per migliaia di passeggeri bloccati a terra.

I Vigili del fuoco hanno lavorato per ore per spegnere le fiamme che hanno distrutto un’area di almeno 1000 metri quadrati, in cenere negozi e diverse cabine di controllo passaporti. Tre le persone intossicate in modo lieve ma nessun ferito grave.

Intanto pare che il rogo sia stato causato da un corto circuito in un bar della galleria commerciale. Dunque un incidente come ha precisato anche il presidente dell’Enac Vito Riggio, escludendo l’ipotesi di un attentato. Ora resta da verificare quale materiale abbia fatto propagare le fiamme così rapidamente.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Basilicata: seggi aperti domenica e lunedì

Crisi in Medio Oriente, tra gli italiani preoccupazione e insoddisfazione per il ruolo dell'Ue

Commissione Ue, il possibile ritorno di Mario Draghi in Europa piace in Italia